Come funziona

Ai progetti di accoglienza possono partecipare coppie coniugate giovani o meno giovani, coppie conviventi e single residenti in Italia. Le famiglie interessate ad accogliere un bambino dovranno sostenere un colloquio conoscitivo con i responsabili dell’associazione e, qualora necessario, con una psicologa messa a disposizione dall’associazione. Successivamente la famiglia presenterà una richiesta formale ad ospitare un bambino e l’associazione si occuperà di tutte le pratiche burocratiche e amministrative.

foto maniArca Solidale ha scelto di privilegiare l’accoglienza di bambini in difficoltà che vivono tipicamente in istituto, pur avendo talvolta un genitore o un tutore legale. L’associazione infatti desidera favorire i bambini ed ragazzi in condizioni di disagio materiale, ma soprattutto affettivo. La scelta sui bambini che possono partecipare ai progetti è a totale responsabilità delle autorità ucraine, mentre l’associazione si occuperà successivamente di effettuare gli abbinamenti con le famiglie.

La maggior parte dei bambini provengono quindi da istituti ucraini e hanno un’età compresa tra i 6 e i 17 anni.

I periodi di ospitalità sono due: il soggiorno estivo ha una durata di 2 o 3 mesi e si svolge tipicamente da inizio/fine giugno a fine agosto. Il soggiorno invernale ha una durata di circa un mese da metà dicembre a metà gennaio.

Arca Solidale stipula un’assicurazione che tutela il bambino da infortuni e responsabilità civile. Successivamente al primo arrivo in Italia, la famiglia dovrà richiedere il Codice Fiscale all’Agenzia dell’Entrate e la Tessera Sanitari alla ASL di competenza.

giochi spiaggia-1In vacanza con la famiglia. I bambini possono viaggiare insieme alla famiglia italiana a cui sono affidati, in tutti i paesi dell’Unione Europea inclusi nell’area Schengen.

Un aiuto per cominciare. Il personale dell’Associazione resterà in contatto con le famiglie nei primi giorni di accoglienza e successivamente in caso di bisogno. I bambini sono accompagnati in Italia da due o più accompagnatori ucraini, disponibili ad aiutare le famiglie con la lingua o qualora sia necessario un contatto con l’istituto o i familiari ucraini.

Importante sottolineare che i bambini non sono adottabili e che Arca Solidale non si occupa di adozioni, rimandando queste pratiche agli enti preposti

Vi piacerebbe saperne qualcosa in più o confrontarvi con una famiglia che sta vivendo l’esperienza dell’accoglienza? Contattateci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...