Regolamento accoglienza

shadow family-1

Introduzione

Per poter accogliere i minori inseriti nei progetti di accoglienza, occorre aderire ad un’associazione accreditata presso il Comitato Minori Stranieri. Essa si fa carico di approntare la documentazione necessaria per poter accogliere i minori, compresi i documenti del viaggio aereo.

Gli  iscritti ad Arca Solidale che accolgono i minori (di seguito Soci Accoglienti), sono coperti da polizza assicurativa, come viene contemplato nella legge 266/91. Per associarsi, occorre compilare la modulistica prevista dalle normative di legge.

 

1       Arca Solidale promuove progetti di accoglienza di minori Ucraini seguendo le linee guida disposte dal Comitato Minori. Arca Solidale non si occupa di adozioni, non intende perseguire gli scopi con affidi mirati, non vuole essere un’alternativa all’adozione. L’adozione e l’affido seguono un iter burocratico apposito, per i quali ci si deve rivolgere ad organizzazioni definite.

2       I progetti organizzati da Arca Solidale, prevedono due periodi di accoglienza l’anno: uno nel periodo estivo ed uno in quello invernale, durante le feste natalizie. La durata dei soggiorni può variare a seconda delle indicazioni degli istituti, delle autorità locali e dei progetti di accoglienza elaborati da Arca Solidale. Il totale dei giorni di permanenza nel nostro territorio è stabilito dal Comitato Minori Stranieri. I minori che vengono accolti, a seguito indicazione di Arca Solidale, sono proposti dagli istituti di appartenenza o da un elenco fornito dal referente locale.

3       Nell’esclusivo interesse del minore ospitato, Arca Solidale avrà facoltà di provvedere ad una diversa sistemazione del minore, qualora siano evidenziati disagi che possano turbare l’accoglienza del minore, indipendentemente dai motivi causa del disagio.

4       Qualora i Soci Accoglienti, non intendano proseguire il progetto a causa di importanti e documentati motivi, sono tenuti a comunicarlo tempestivamente ad Arca Solidale. Arca Solidale si adopererà per trovare una sistemazione alternativa al minore.

5       I Soci Accoglienti che hanno aderito al progetto di accoglienza sono tenuti ad eseguire le erogazioni liberali cercando di rispettare i tempi previsti, tempi che saranno comunicati al momento dell’adesione al progetto.

6       I Soci Accoglienti possono essere contattati anche direttamente dal Comitato Minori Stranieri, dai responsabili di Arca Solidale e dagli accompagnatori al fine di essere aggiornati  sulla situazione del minore accolto. I Soci Accoglienti devono informare tempestivamente i responsabili di Arca Solidale, qualora insorgessero dei problemi durante il periodo di accoglienza, al fine di permettere un altrettanto tempestivo intervento.

7       I progetti di accoglienza coinvolgono a minori in difficoltà che possono aver sofferto di disagi di tipo fisico, psicologico, sociale ed economico. Per questa ragione Arca Solidale non può dare alcuna garanzia di successo di un progetto. I Soci Accoglienti sono quindi consapevoli delle possibile problematiche inerenti ai progetti e sollevano Arca Solidale da ogni responsabilità qualora l’accoglienza del minore dovesse avere un esito negativo.

8       Durante il periodo di accoglienza i Soci Ospitanti possono Recarsi in un paese straniero con il minore al seguito, esclusivamente nell’area Schengen, salvo diverse disposizioni ministeriali. Prima di iniziare il viaggio, i Soci Accoglienti dovranno darne comunicazione scritta ad Arca Solidale, indicando il luogo in cui intende recarsi e rilasciare un recapito telefonico, in modo da favorire eventuali controlli delle autorità competenti.

9       Durante il periodo di accoglienza, è obbligatorio richiedere il codice fiscale del minore accolto all’Agenzia delle Entrate competente nella località di residenza dei Soci Accoglienti. E’ inoltre raccomandato di richiedere il rilascio del tesserino sanitario temporaneo, alla propria ASL, secondo le modalità previste dalle leggi vigenti e disponibili sul sito web dell’associazione.

10 Per tutelare la salute del minore accolto, qualora necessario, i soci accoglienti possono organizzare visite mediche e/o esami diagnostici non invasivi. In caso di dubbi, raccomandiamo di contattare tempestivamente un membro del direttivo. Eventuali visite o esami invasivi potranno essere autorizzati, solo per iscritto, dopo che l’Associazione avrà richiesto ed ottenuto l’autorizzazione da che ha la tutela del minore accolto. In caso di emergenza medica, le famiglie potranno agire senza autorizzazione preventiva, a condizione di rivolgersi esclusivamente alle strutture sanitarie di emergenza del territorio (DEA).

11     I Soci Accoglienti sono tenuti a partecipare alle riunioni informative, alle assemblee dei soci e alle iniziative promosse periodicamente durante il periodo di accoglienza da Arca Solidale.

12 I Soci Accoglienti si impegnano a garantire la tutela e la privacy del minore e al suo rimpatrio entro i termini fissati nel progetto di accoglienza. Per nessun motivo il minore potrà rimanere in Italia. Nell’eventualità che ciò avvenga, Arca Solidale è legittimata a costituirsi parte civile nella causa che tale contegno produrrà.

13     I contatti con gli eventuali familiari o con i dirigenti dell’istituto di provenienza del minore accolto sono favoriti da Arca Solidale, nei tempi e modi predisposti dall’associazione. I Soci Accoglienti non possono contattare personalmente i dirigenti degli Istituti, le case famiglia o le famiglie di provenienza del minore accolto. Le stesse consentono di dare informazioni esclusivamente ai responsabili di Arca Solidale. Anche richieste particolari e/o segnalazioni dovranno seguire lo stesso iter.

14     Periodicamente Arca Solidale organizza viaggi in Ucraina a scopo di visita degli istituti e dei minori. Dopo avere accolto il minore per almeno due anni e comunque quando sia evidentemente stabilito un rapporto sereno e continuativo tra il minore accolto ed i Soci Accoglienti, i Soci Accoglienti potranno fare richiesta di accompagnare Arca Solidale nei viaggi. Durante le visite sono favoriti gli incontri con il minore accolto, i suoi famigliari e l’istituto, ma esclusivamente i responsabili di Arca Solidale potranno discutere con i direttori degli istituti circa progetti che interessano i minori o la struttura in cui si trovano. Anche le visite ai bambini che vivono in famiglia dovranno organizzate e autorizzate da Arca solidale e si dovrà tenere un comportamento univoco.

Qualsiasi azione individuale e/o diretta in Ucraina da parte dei Soci Accoglienti verso il minore che coinvolga direttamente o indirettamente Arca Solidale, produrrà l’immediata espulsione del socio e la segnalazione alle Autorità competenti.
In ogni caso, nel reciproco interesse dei minori e dei Soci Accoglienti, a suo insindacabile giudizio, Arca Solidale potrà concedere o non concedere l’autorizzazione a partecipare al viaggio.

15     Al termine di ogni periodo di accoglienza, i Soci Accoglienti potranno dare al minore capi di abbigliamento, piccoli regali (es. giochi) alimenti secchi (es. pasta, caffè, dolciumi, ecc) anche da consegnare alle maestre o ai familiari; questi piccoli regali sono molto graditi e potranno essere anche con gli eventuali parenti o amici del minore. È invece dannoso e controproducente regalare oggetti di valore o forti somme di denaro, poiché possono compromettere la serenità dell’ambiente e anche pregiudicare i futuri progetti di accoglienza. Arca Solidale raccomanda i Soci Accoglienti di contattare l’associazione per consultarsi su questo argomento.

16     Periodicamente i responsabili di Arca Solidale inviano a nome di tutti i soci, dei piccoli regali ai dirigenti di istituto e talvolta alle famiglie. Arca Solidale organizza anche progetti di solidarietà riguardanti la strutture che accolgono i minori. I progetti di solidarietà non devono essere confusi con i progetti di accoglienza, sono inseriti nell’ordine del giorno delle assemblee e discussi nelle riunioni ordinarie dei soci.

17     I minori inseriti negli elenchi dei progetti di accoglienza sono collegati a specifici progetti promossi da Arca Solidale che funge da interfaccia con il Comitato Minori. Per questa ragione, qualora i Soci Accoglienti intendano migrare verso un’altra associazione, è opportuno richiedere il nulla osta a carico del minore accolto. Allo stesso modo, Arca Solidale non potrà accettare richieste di migrazione di minori già accolti da altra associazione, senza il nulla osta dell’associazione cedente.

Con l’accettazione del progetto di accoglienza, i Soci Accoglienti sono consapevoli che qualunque iniziativa descritta o non descritta da questo regolamento, la sua interpretazione e applicazione, Arca Solidale agirà e disporrà sempre e innanzi tutto allo scopo di tutelare il minore accolto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...